sabato 31 agosto 2013

Inseguendo un cavallocchio al gallicinio

Ho già accennato in precedenza alla ricchezza della lingua italiana e dei dialetti della penisola.
Vorrei proporre una breve passeggiata di cinque tappe tra le pagine di un dizionario di lingua italiana.

A che ora canta il gallo? Non ho mai vissuto in campagna quindi non saprei dire.
La cosa certa è che in italiano esiste la parola gallicinio che indica "quella parte della notte, verso l’alba, in cui suole cantare il gallo".

Come chiamate la schiocco ottenuto premendo il medio o l'indice sulla base del pollice? Il rumore dello schiocco ricorda quello delle nacchere dette anche castagnette.

Cosa accomuna la libellula e un esattore di crediti altrui? Se lo ignorate date un cavallocchio alla risposta.

Se si sposta un recipiente bagnato su una superficie piana, vi resta un segno. Si tratta del culaccino.

Una parola che potrebbe tornare utile di questi tempi è sicuramente mozzorecchi. Non trovate?


Di luci lampeggianti e impasti di pizze

Per pura curiosità ho provato a far tradurre il titolo di un recente articolo in finlandese a Google Translate . La frase da tradurre era...